Nuovi trattamenti potranno evitare la caduta dei denti

/, News, Ricerca & sviluppo/Nuovi trattamenti potranno evitare la caduta dei denti

Il Perfecto Journal è di nuovo online! Questa settimana ci serviamo di una notizia pubblicata su dentalhealth.com e parliamo di problemi alle gengive.

 

L’infiammazione della gengiva è uno dei disturbi più diffusi nel mondo. In questo articolo, che si focalizza sulla Gran Bretagna, possiamo notare che è uno dei principali problemi degli inglesi, quando si tratta di denti.

Se trascurata, può avere conseguenze addirittura irreversibili. Ora, una nuova procedura potrebbe trattare il problema: in una nuova ricerca, alcuni studiosi hanno combinato tecniche biologiche e meccaniche per riparare e rigenerare il tessuto osseo e quello gengivale.

 

La malattia gengivale, se non curata e “tenuta” a lungo in bocca, può trasformarsi in parodontite, danneggiando i tessuti che supportano il dente. Il peggiorare della situazione può portare anche alla caduta dei denti. Il dottor Dr Nigel Carter OBE, Chief Executive della Oral Health Foundation, descrive l’impatto della perdita dei denti e crede che la ricerca sia estremamente promettente. Il dottor Carter dice: “Milioni di persone in tutto il mondo perdono i denti a causa della parodontite, e questa perdita si ripercuote duramente nella vita di tutti i giorni. Un dente mancante può rendere difficile mangiare, sorridere, parlare. Può anche avere un impatto sulla nostra autostima e sul benessere mentale, così come può aumentare il rischio di sviluppare altri problemi di salute. Scoperte scientifiche in questo campo hanno già portato grandi cambiamenti – ad esempio per quanto riguarda la rigenerazione dei tessuti. Lo studio in questa direzione ha un potenziale significativo e dobbiamo essere determinati a portare avanti i trial clinici sugli esseri umani”.

 

Negli ultimi anni, l’infiammazione gengivale è stata collegata ad altre malattie come diabete, infarti, problemi cardiovascolari, infertilità femminile, demenza.

All’interno del progetto di ricerca, gli scienziati hanno creato una membrana rivestita di uno speciale materiale che è stato ricoperto di uno speciale materiale che, pare, acceleri la rigenerazione del tessuto osseo. Successivamente, i ricercatori hanno testato la loro scoperta su cellule umane esposte ad erosione per otto settimane.

 

Il co-autore dello studio, la dottoressa Alireza Moshaverinia, ha affermato: “Abbiamo appurato che le nostre membrane erano in grado di rallentare l’infezione paradontale, nonché promuovere la rigenerazione dei tessuti ossei e gengivali. Abbiamo, inoltre, trovato un modo per prolungare il rilascio dei medicinali – che è il punto fondamentale per l’effettiva guarigione del tessuto malato. Questa applicazione può essere estesa ad altre aree del corpo, ci lavoreremo senza dubbio”. La ricerca è stata pubblicata su ACS Nano, rivista pubblicata dalla American Chemical Society.

Ad oggi, non c’è cura per la parodontite che, però, può essere controllata con una buona igiene orale e visite frequenti dal dentista. Seguendo queste due semplici regole, ogni eventuale perdita di tessuto osseo e gengivale si rallenterebbe – fino ad, eventualmente, fermarsi.

 

Cosa ne pensate di questa ricerca? Fateci sapere la vostra contattando Dispotech, your disposable excellence.

2019-06-14T09:57:45+00:00 dentale, News, Ricerca & sviluppo|
SERVE AIUTO ?